Ho sempre guardato con ammirazione le donne perfette.
Quelle che escono di casa al mattino truccate e pettinate sempre da locandina;
quelle che portano la borsa con eleganza, indipendentemente dal modello, e la loro borsa non è mai sporca sul fondo;
quelle che sanno organizzare le pulizie di casa impeccabilmente, e sanno incastrarci parrucchiere, estetista, spesa, veterinario, scuola, bollette, aperitivo con le amiche;
quelle che fanno shopping col cane e con le figlie, e si scambiano i vestiti con loro (…beh non col cane, intendo!);
quelle che hanno sempre un sacco di amiche e contatti, e cose da fare e film da vedere, e “hai sentito il tg oggi?”;
quelle che sanno tirarsi sempre su le maniche e vanno a letto con la casa che brilla anche dopo le giornate più “no” del mondo;
quelle che si asciugano le lacrime con il fazzolettino elegantemente ripiegato, mentre i dottori danno loro cattive notizie;
quelle che amano la propria femminilità, che se le chiamo all’ultimo per andare in piscina sembra che siano nate naturalmente glabre fuori dal contorno del costume;
quelle che quando parlano vengono ascoltate;
quelle che si struccano, detergono e incremano ogni santa sera e ogni santa mattina;
quelle che non lasciano il segno del rossetto sulla tazzina quando bevono il caffè;
quelle che quando fai una foto escono sempre bene, che sembra siano nate pronte per essere immortalate da un obiettivo.Sono le donne multitasking, quelle che sanno fare un sacco di cose in una vita sola, e che non hanno mai tempo da perdere in frivolezze perché sono sempre molto impegnate.
Quelle che non sai mai come diavolo facciano a trovare sempre il tempo per farlo, eppure lo fanno!Beh, io al mattino sono mediamente inguardabile, i miei occhi sudano nero anche quando non mi trucco il giorno prima.
Non lavo i vetri della finestre quanto e quando dovrei, credo che i miei vicini brindino quando lo faccio.
La mia borsa è sempre sgualcita, strapiena e spesso annerita dove la poggio per terra (salvo per quelle di eco-pelle nera, che però in qualche modo stai certo che sarà rovinata)
I miei capelli sono sempre ingestibili, e dal parrucchiere al massimo vado a berci un caffè; non so organizzare la spesa di casa, le pulizie e le bollette.
Il silk-epil è il mio estetista a domicilio, con ogni conseguente pelo incarnito o strappato male.
Non so fare shopping, né amo farlo, se non per libri,candele e incensi; lo spazio occupato dai miei vestiti nell’armadio è due volte meno ingombrante di quello del mio ragazzo…è preoccupante?
Non ho un sacco di amiche o contatti, non so quali siano gli ultimi film usciti e mi rifiuto di guardare i tg, al massimo qualche sito imparziale su internet.
Se ho una giornata no, tutta la casa ce l’ha con me; se i dottori mi danno una brutta notizia non piango subito, ma quando lo faccio smoccolo anche, altro che fazzolettino…
Amo la mia femminilità, ma se mi dici all’ultimo di venire in piscina ho un attacco di panico e comunque vorrò almeno un’ora di tempo per considerarmi almeno “presentabile” per piscina e costume.
Quando parlo dico un mucchio di parolacce, oppure dico le cose come le penso così alla fine mi ascoltano sempre in pochi.
Mi strucco se me ne ricordo, mi detergo in modi non convenzionali e mi incremo molto poco, non ho costanza nella cosmesi e non saprei mai e poi mai essere fedele ad un drenante o un anti-cellulite se non per più di una settimana.
Se ho il rossetto, di sicuro macchierò ogni tazzina dei miei settemila caffè; e se per disgrazia mi fai una foto stai pur certo che verrò sempre con gli occhi chiusi o la bocca storta o un’espressione improponibile…a volte tutto insieme.
Perdo UN SACCO di tempo in frivolezze e in cose incomprensibili a tanti.
Mi commuovono frasi, racconti, film, telefilm e persino alcune interviste delle Iene.
Se almeno fumassi e bevessi, sarei tremendamente rock, ma purtroppo sono una mezza salutista del cazzo, di quelle che non mangiano carne e non bevono latte, che se mi inviti a cena mi chiederai almeno una volta “oh dio e quindi cosa mangi??”.No.
Io non sono affatto una di quelle bellissime donne mult-itasking.
Purtroppo per me so fare poche cose in una sola vita, in una sola settimana, in una sola ora.
So respirare.
So piangere.
So amare.
So lasciarmi andare a qualcosa di creativo ogni tanto.
E nulla più.
… LE PERSONE PERFETTE NON ESISTONO!!!
Amati, con ogni tuo ritardo, con ogni tua imperfezione, con ogni tua cattiva abitudine.Sappi sorriderti quando ti guardi allo specchio.Sei bellissima e perfetta così (o bellissimo e perfetto così).Con i denti storti;con gli occhi piccoli;con i baffetti che hai scordato di togliere;con la cellulite sulle chiappe;con le tette piccole;con gli addominali di Pavarotti;con la maglietta che andava di moda nell’83;con le scarpe bucate;con i sogni distrutti;con la tua solitudine;col portafoglio pieno di mosche;col tuo costosissimo profumo;con le bugie che hai detto;con le frasi che hai scordato di dire;con i tuoi rimpianti;con la gioia e con la rabbia;con la tua sessualità differente;con la tua cultura distante;con la tua etnicità e la tua “razza”; con il cellulare all’ultima moda;con i tatuaggi e i piercing;senza i tatuaggi e i piercing;con pochi capelli;con i brufoli;con quei chili di troppo o di troppo poco;  con ogni pregio e con ogni difetto
Siamo tutte frammenti di Stelle.
Lasciamoci brillare…

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *